BOZZA DEL “DECRETO SOSTEGNO” – MISURE A FAVORE DELLO SPORT E DEL TERZO SETTORE

aggiornamenti

La bozza (siamo in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) del “decreto sostegno” non entusiasma nei suoi contenuti.
 
Nella sostanza i provvedimenti a favore del settore sportivo Non profit e degli ETS sono i seguenti:
 
1) BONUS COLLABORATORI SPORTIVI
è stata confermata la misura di sostegno ai “lavoratori” sportivi ma con importanti novità:
a) Il bonus è fruibile solo per coloro che avevano dei redditi sportivi (art. 67 Tuir) certificati nell’anno 2019;
b) La somma del bonus è una tantum per il 2021 e viene stabilita seguendo tale criterio:
– Redditi (2019) superiori a 10.000 euro = bonus di € 3.600;
– Redditi (2019) tra 4.000 e 10.000 euro = bonus di € 2.400;
– Redditi (2019) inferiori a 4.000 euro = bonus di € 1.200.
Risultano, quindi, esclusi i collaboratori che hanno avuto un rapporto solo per l’anno 2020 (sono già state avanzate dall’ACSE apposite richieste istituzionali per far rientrare anche tale categoria).
Il bonus non è cumulabile con altra forma di sostegno o con alcun reddito di lavoro autonomo o dipendente.
 
2) FONDO PERDUTO AGENZIA DELLE ENTRATE
è previsto (all’art.1)per i soli enti titolari di P.Iva, un fondo perduto che viene concesso se la perdita di fatturato tra la media mensile 2019 e quella del 2020 risulta almeno pari al 30%.
Nella stragrande maggioranza dei casi il plafond di riferimento sarà quello di un fatturato entro i 100.000 euro che determina un bonus del 60% da calcolarsi sulla riduzione media mensile sopra indicata.
Tale misura prevede un bonus erogabile pari, come minimo, ad € 2.000.
A differenza dei provvedimenti del precedente governo non vi è alcuna traccia di ristoro economico/bonus riguardante il fitto e le utenze. Tale enorme mancanza, del tutto ingiustificabile, è stata oggetto di pronto richiamo istituzionale da parte dei nostri organi nazionali.
 
3) RIFORMA DELLO SPORT
Appena pubblicati in Gazzetta Ufficiale, i 5 decreti sulla riforma dello sport sono stati, in base all’art. 30 del Decreto Sostegno, prorogati al 01/01/2022; si presume, dunque, che nel mentre verranno apportate delle sostanziali modifiche ai testi.
 
4) MODIFICA STATUTI ETS E OPERATIVITA DEL RUNTS
Il termine per la modifica degli statuti degli ETS, con i quorum dell’assemblea ordinaria, è stato prorogato dal 31/03/2021 al 31/05/2021 (art.14 del Decreto Sostegno); tale proroga determina un inevitabile spostamento dell’operatività del RUNTS che, quindi, verosimilmente si avrà non prima del mese di giugno.
Vi ricordiamo che il decreto legge, una volta pubblicato, DEVE essere tramutato in Legge dal Parlamento entro 60 giorni; in tale lasso di tempo possono essere apportati degli emendamenti che, come già detto, abbiamo sollecito sia in merito all’ampliamento della base dei percettori del bonus collaboratori sportivi applicandolo anche ai contrattualizzati nel solo 2020 ma, soprattutto, sulla creazione del bonus fitti (a cura del dipartimento dello sport) sulla stregua di quanto, già, previsto nella bozza del decreto ristori fatto dal precedente governo.
 
L’ACSE Vi è vicino, ben sapendo che senza un aiuto concreto, soprattutto per pagare fitti ed utenze, molte realtà saranno costrette alla chiusura.
Il nostro impegno, come sempre, è quello di cercare di tutelarvi nelle sedi opportune.