"DECRETO SOSTEGNI BIS" SPORT E TERZO SETTORE

sports_news_5

 

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il “decreto sostegni bis” (D.L. 73/2021).

Queste, in sintesi, le agevolazioni previste per il mondo sportivo e del Non profit:

1) BONUS COLLABORATORI SPORTIVI (art. 44)

Anche per i mesi di aprile e maggio 2021 è confermata la misura di sostegno ai collaboratori sportivi, erogata in base ai redditi certificati nell’anno 2019 (con controllo delle Certificazioni Uniche presentate all’Agenzia delle Entrate) e stabilita in base al reddito; nello specifico, è previsto un bonus di 2400 euro per redditi superiori a 10000 euro, di 1600 euro per redditi tra 4000 e 10000 euro, di 800 euro per redditi inferiori a 4000 euro.

2) FONDO PERDUTO AGENZIA DELLE ENTRATE (art. 1)

È riproposta la misura già prevista dal primo decreto sostegni (valida solo per gli enti in possesso di partita Iva); la stessa fa riferimento al calo di fatturato (non si prendono in considerazione i corrispettivi specifici decommercializzati).

3) FONDO PERDUTO ATTIVITÀ CHIUSE (art. 2)

È istituito un apposito fondo di 100 milioni per sostenere le attività che dal 01/01/2021 alla data di conversione in legge del presente decreto siano state chiuse per almeno 4 mesi

complessivi.

4) CREDITO DI IMPOSTA CANONI DI LOCAZIONE USO NON ABITATIVO (art. 4)

È introdotto il credito di imposta pari al 60 % dei canoni effettivamente versati da gennaio a maggio 2021 (per le SSD e le Imprese sociali vincolato alla presenza di un calo medio mensile di fatturato non inferiore al 30% nel periodo aprile 2020 – marzo 2021 rispetto ai dodici mesi antecedenti; questo requisito non è richiesto per le associazioni che abbiano solo proventi di natura istituzionale

nonché per i soggetti che hanno iniziato l’attività a partire dal 1° gennaio 2019).

5) AGEVOLAZIONI IN MATERIA DI SPORT (art. 10)

È sancito il FONDO PERDUTO per ASD e SSD con uno stanziamento di 180 milioni (i relativi criteri di determinazione verranno fissati con apposito decreto da emanarsi entro 60 giorni dalla pubblicazione della Legge di conversione del presente

decreto).

6) CREDITO DI IMPOSTA PER SANIFICAZIONE (art. 32)

È disciplinata la possibilità, per tutti gli enti non commerciali, di ottenere un credito d’imposta in misura pari al 30% delle spese sostenute nei mesi di giugno, luglio e agosto

2021 per la sanificazione degli ambienti e degli strumenti utilizzati, ivi compresi i costi per i tamponi.

QUASI TUTTE LE AGEVOLAZIONI PREVISTE ATTENDONO

DEI PROVVEDIMENTI ATTUATIVI; VI CONSIGLIAMO, PERTANTO, DI SEGUIRE TUTTI I RELATIVI AGGIORNAMENTI.

Per saperne di più: https://www.gazzettaufficiale.it/…/2021/05/25/21G00084/sg

Gli uffici ACSE sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento