AGGIORNAMENTO LINEE GUIDA PER L'ORGANIZZAZIONE DI EVENTI E COMPETIZIONI SPORTIVE E PER L'ATTIVITA' SPORTIVA DI BASE

sports_news_5

AGGIORNAMENTO LINEE GUIDA PER L’ORGANIZZAZIONE DI EVENTI E COMPETIZIONI SPORTIVE E PER L’ATTIVITÀ SPORTIVA DI BASE
Il Dipartimento per lo Sport, raccogliendo le indicazioni del Comitato Tecnico Scientifico, ha aggiornato le linee guida redatte ai sensi del decreto-legge 22 aprile 2021, n. 52, e del decreto-legge 18 maggio 2021, n. 65.
In sostanza, il Decreto-Legge 22 aprile 2021, n. 52 stabilisce che in zona gialla, a decorrere dal 1° giugno 2021, è possibile svolgere, prevedendo la presenza di spettatori, eventi e competizioni di livello agonistico e riconosciuti di preminente interesse nazionale con provvedimento del CONI e del CIP, riguardanti gli sport individuali e di squadra, organizzati dalle rispettive federazioni sportive nazionali, discipline sportive associate, enti di promozione sportiva ovvero da organismi sportivi internazionali.
La capienza consentita non può superare il 25 per cento di quella massima autorizzata e, comunque, il numero massimo di spettatori non può essere superiore a 1.000 per impianti all’aperto e a 500 per impianti al chiuso. 
I posti a sedere sono preassegnati e deve essere assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale.
Quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui all’articolo 5 del Decreto-Legge 22 aprile 2021, n. 52, gli eventi e le competizioni sportive, di cui al comma 2, si svolgono senza la presenza di pubblico. 
Il Decreto-Legge 18 maggio 2021, n. 65, stabilisce che in zona gialla, dal 1° giugno 2021 all’aperto e dal 1° luglio 2021, è consentita anche al chiuso la presenza di pubblico agli eventi e alle competizioni sportive diversi da quelli di cui all’articolo 5 del decreto-legge n. 52 del 2021, esclusivamente con posti a sedere preassegnati e a condizione che sia assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per gli spettatori che non siano abitualmente conviventi, sia per il personale. 
Per l’attività sportiva di base, la principale novità riguarda l’’uso delle docce che diventa consentito, salvo diverse esplicite disposizioni normative di ordine più restrittivo, organizzando gli spazi e le attività nelle aree spogliatoi in modo da assicurare il distanziamento interpersonale (ad esempio prevedere postazioni d’uso alternate) o separando le postazioni con apposite barriere.
Relativamente all’uso delle docce, si sottolinea ulteriormente l’importanza del ricambio d’aria e della pulizia e disinfezione che deve essere garantita regolarmente nel corso della giornata.
Per saperne di più: http://www.sport.governo.it/…/linee-guida-per-eventi…
http://www.sport.governo.it/…/linee-guida-aprile-2021…

 

Gli uffici ACSE sono a disposizione per ogni ulteriore chiarimento